domenica 5 settembre 2010

FEFF 12: I FILM, WIG, THE LAST WOLF, STORY OF A DISCHARGED PRISONER, ZERO FOCUS


WIG
Regista: Renpei Tsukamoto
GIAPPONE

Moriyama (Mimura Masakazu), è un impiegato che lavora nel mondo dell'edilizia, un architetto insomma, che per motivi di lavoro viene trasferito a Tokyo.
la nuova vita nella metropoli spinge Moriyama a risolvere un problema che lo affligge da tempo, la calvizie.
A Tokyo sono molti a promettere risultati eccezionali, ma i prezzi sono inaccessibili per Moriyama.
Nella disperata ricerca di una soluzione al suo problema Moriyama, si imbatte in uno strano personaggio, Owada, che gli offre una soluzione originale ad un'ottimo prezzo.
Moriyama si fà convincere, nonostante l'aspetto originale di quest'uomo, la stranezza del locale in cui Owada lavora e il singolare metodo utilizzato, (Owada infatti crea dei parrucchini utilizzando anche il microonde).
Owada,garantisce la consegna del perrucchino in breve tempo, ed anche assistenza costante in qualsiasi situazione, dato che la paura di Moriyama è proprio che qualcuno scopra che porta il parrucchino, in particolare la nuova assistente del suo studio, la signorina Ryoko...



THE LAST WOLF
Regista: UPI
INDONESIA

Nella periferia di Jakarta, cinque ragazzi, Ale (Fathir Muchtar), Jarot (Vino G. Bastian), Jago (Dallas Pratama), Lukman (Dion Wiyoko) e Sadat (Ali Syakib), formano una gang guidata da Ale. Inizialmente si tratta di prendere a botte le bande rivali per controllare le diverse zone della periferia.
La gang è abbastanza forte e popolare, fino a quando, durante un violento scontro, Jarot uccide con una pietra un giovane appartenente ad una gang avversa, per difendere Ale.
Jarot finisce in prigione, dove viene picchiato e molestato dagli altri detenuti.
Ma non si arrende e riesce a diventare il leader all'interno del carcere.
Mentre sconta la sua pena, i quattro amici si dimenticano di Jarot abbandonandolo.
Arriva il momento in cui Jarot esce di prigione, ad accoglierlo però non ci saranno i suoi quattro amici, ma un membro della potente gang del Boss DRAGO NERO.
Inutile dire che la storia evolve in una tragedia che vede contrapposte la gang dei quattro ragazzi e quella di DRAGO NERO, con intrecci sentimentali tra le parti opposte che rendono abbastanza scontato il finale.



STORY OF A DISCHARGED PRISONER
Regista: Patrick Lung Kong
HONG KONG

Lee Cheuk-hong dopo aver trascorso 15 anni in prigione, con l'accusa di essere uno scassinatore di casseforti, torna in libertà. La famiglia di Lee non è a conoscenza della sua permanenza in carcere perché il fratello ha tenuto il fatto nascosto. Lee vuole rifarsi una vita trovando un lavoro onesto, ma non sarà affatto facile per lui.Un boss, Jack il Guercio, sapendo dei trascorsi di Lee, vorrebbe reclutarlo fra i suoi uomini, ma Lee rifiuta le sue offerte.Ma Il Guercio non molla la presa e cerca di boicottare ogni tentativo di Lee di cambiare vita, arrivando addirittura ad avvicinare il fratello.Ma Lee non deve solo pensare a come liberarsi del Boss, anche la polizia non gli dà tregua, facendogli continue pressioni perché diventi il loro informatore.



ZERO FOCUS
Regista: Isshin INUDO
GIAPPONE

Devo dire la verità... Io mi sono addormentata in sala, e non perché il film non meriti di essere visto o altro, ma proprio perché ero stanca morta ^_^
Non posso neanche scusarmi col fatto che la proiezione sia iniziata tardi, perché il film era alle 21:45, perciò posso solo dire la verità, non ho retto alla stanchezza.
Così, riporto parte della recensione di Mark Schilling, (L'inviato del FEFF per il Giappone), che potete leggere in forma completa sul sito del FEFF.
Oppure potete andare sul blog WELTALL'S WOR(L)D e anche lì leggere le recensioni a questi film ^_^.
"La storia ha inizio con un matrimonio combinato tra l’ingenua e pulita Teiko (Hirosue Ryoko) e Kenichi (Nishijima Hidetoshi), un uomo piacevole ma molto circospetto che lavora nella sede di Tokyo di una società pubblicitaria. Sette giorni dopo il loro matrimonio, Kenichi parte per Kanazawa, dove aveva avuto il suo precedente incarico di lavoro, per quello che definisce un breve viaggio d’affari. Ma siccome non fa ritorno il giorno stabilito, Teiko comincia a essere prima preoccupata e poi frenetica, malgrado le blande rassicurazioni del fratello maggiore di Kenichi (Sugimoto Tetta).
Alla fine la donna decide di andare a da sola a Kanazawa, in pieno inverno, per trovare delle risposte, ma si rende conto di non sapere praticamente nulla sul passato di suo marito. Da uno degli ex colleghi di Kenichi (Nomaguchi Toru), Teiko scopre che lui era vicino a Murota Gisaku (Kaga Takeshi), cliente importante e arcigno presidente di una società locale di materiale edile, e alla sua elegante moglie Sachiko (Miki Nakatani), accanita sostenitrice di una candidata a sindaco che, se eletta, sarà la prima donna giapponese a occupare una simile carica. La coppia, però ha poco da dire a Teiko su dove possa essersi cacciato Kenichi.
Teiko incontra anche Hisako (Kimura Tae), la centralinista della società la cui conoscenza della lingua inglese, cosa rara in una città di provincia a quell’epoca, è controbilanciata dalla sua mancanza di educazione, e scopre che Hisako ha ottenuto il suo ambito posto di lavoro per mezzo di conoscenze. Ma come, e perché?
Queste donne, da quel che Teiko comincia a capire, non sono quello che appaiono e hanno rapporti con Kenichi che vanno ben oltre Kanazawa. Solo che lei non sa che le sue ricerche costituiscono una minaccia per alcune persone, finché non cominciano a spuntare cadaveri."

8 commenti:

mikypower ha detto...

;) passavo di qua, conosco il blog di Weltall e devo dire che mi piace molto :) Il taglio del tuo blog è molto simile :P così mi sono detta... devo leggere anche questooo^^^ Più leggo sulla cultura cinematografica asiatica e più mi entusiasmo :)

Weltall ha detto...

Finalmente hai ripreso con i post sul FEFF!
Ce la fai a finire il resoconto prima che inizi la tredicesima edizione??? ^__*

Rosuen ha detto...

@mikypower: Effettivamente mi sono ispirata al blog di Weltall per il layout dei post sul FEFF, ma mi limito solo a scrivere la trama dei film che ho vosto e a dare le informazioni essenziali, come paese e regista. Vieni pure quando vuoi sul mio blog ^_^ sei la benvenuta ^_^.

@Weltall: Spero di farcela prima, ma non assicuro niente ^__^

Rosuen ha detto...

@mikypower: Effettivamente mi sono ispirata al blog di Weltall per il layout dei post sul FEFF, ma mi limito solo a scrivere la trama dei film che ho vosto e a dare le informazioni essenziali, come paese e regista. Vieni pure quando vuoi sul mio blog ^_^ sei la benvenuta ^_^.

@Weltall: Spero di farcela prima, ma non assicuro niente ^__^

Barbara ha detto...

Mi ispira Zero Focus... gli intrighi, i segreti, i cadaveri... sisi, mi ispira! Spero aggiornerai il blog più spesso Rosuen! Un abbraccio e buon fine settembre (cavoli, è già finito settembre???)

Rosuen ha detto...

@Barbara: sì devo dire che vorreoi vederlo anch'io ZERO FOCUS" ^__^
Per quanto riguarda il blog, hai proprio ragione dovrei aggiornarlo più spesso, o come dice Weltall, non terminerò il resoconto dei film prima dell'inizio del prossimo festival ^__^

Rosuen ha detto...

Beh... siamo ormai a Ottobre perciò... Buon Ottobre ^__^
P.S. Cosa Prepari per halloween? ^__^

Barbara ha detto...

Ihhh per Halloween??? Io non sono mai a casa per Halloween, da ormai quattro anni lo passo a Lucca, quindi non organizzo mai niente :(